Trading con i CFD

Il termine CFD (Contract For Differenze) sta ad indicare una particolare strumento derivato che rientra nella categoria degli strumenti finanziari da poter utilizzare sui mercati così come avviene per le opzioni binarie di cui abbiamo parlato.

Come per le opzioni questo strumento rispecchia a pieno la modalità di contrattazione in cui c’è un venditore ed un compratore che grazie all’effetto leva utilizzano questi contratti per speculare su un bene sottostante che può essere una coppia di valute piuttosto che una azione di borsa o una materia prima. Per una definizione esaustiva vi rimandiamo alla sua definizione base.

Il grande sviluppo del trading on line sta facendo nascere una nuova tendenza che è quella di poter fare trading con i CFDs ed ampiare così lo spettro di operazioni possibili con cui fare profitti. In questa guida introduttiva cercheremo di spiegare cosa sono questi strumenti indicando i broker adatti che offrono questi contratti. In buona sostanza, come avviene per altri tipi di operazioni, il bene sottostante o asset non viene acquistato ma si tratta di un contratto tra cliente ed intermediario. Capiamone di più.

Una panoramica sul trading con i CFD

Una panoramica sul trading con i CFD

Cosa sono i CFD ?

Abbiamo visto la definizione del contratto per differenza. In questa contrattazione giocano un ruolo attivo due figure : il broker ed il trader che si mettono daccordo per scambiare denaro sulla base della quotazione del prezzo dell’asset sottostante. Ovviamente abbiamo alcuni elementi da considerare :

  • la scadenza o tempo

  • il prezzo del bene negoziato al momento dell’acquisto

  • il prezzo del bene negoziato al momento della vendita del contratto

La variazione dei due prezzi alla scadenza determina quanto il trader guadagna o perde. A seconda del prezzo finale le due parti avranno realizzato una perdita o un profitto. C’è da dire che questo derivato permette di guadagnare da posizioni long cioè in rialzo o dal ribasso (short) del prezzo, è per questo motivo che molti speculatori usano questo mezzo per fare guadagni.

Come per il forex parliamo di un mercato Over the Counter (OTC) che non è regolamentato il alcuni paesi, pertanto occorre verificare se i broker abbiamo la licenza regolare sul sito della Consob .

CFD online : il trading con i contratti per differenza

Nei prossimi articoli vedremo dei casi concreti di trading, vogliamo però dare qualche breve cenno per capire come funzionano.

Come abbiamo visto un profitto può essere realizzato sia nel caso che un prezzo scenda che nel caso in cui salga (posizione long). La differenza sostanziale con le opzioni che poi ne determina anche un rischio più elevato è data dal fatto che l’entità della perdita o del profitto non è pre-determinata.

Supponiamo di acquistare un CFD online su una azione (es: Twitter) che ha un valore ipotetico di 20 dollari, se il suo prezzo aumentasse a 25 dollari allora potreste guadagnare sull’aumento di prezzo comprando un tot di contratti. Ovviamente anche sulle vendite alla scoperto è possibile fare profitti.

Attenzione alla leva e ai margini

Quello a cui fare attenzione è la leva finanziaria ovvero la possibilità di comprare per un valore molto più alto rispetto al capitale investito. Questo amplifica i profitti ma anche le perdite attraverso un fattore moltiplicatore, esempio 10.

Se un titolo azionario ha un prezzo iniziale di 20 dollari come detto in precedenza ed volete acquistare 100 CFDs dovreste pagare 2.000 dollari. Se utilizzaste un broker “tradizionale” con un margine del 50% dovreste investire 1.000 dollari, con un CFD online è invece spesso sufficiente un margine del 5% dunque il vostro esborso sarebbe di soli 100 dollari.

La differenza tra i prezzi di acquisto e vendita è detta spread. I broker CFD in caso di perdita di solito avvisano ed effettuano delle tipiche operazioni di margin call lasciando poi al trader la possibilità di coprire con altro denaro oppure di chiudere in perdita. Ovviamente se avete usato una leva e guadagnare il vostro profitto cresce in modo netto ma in caso di perdita può crescere dunque bisogna mediare.

Vantaggi e svantaggi

Alcuni vantaggi li possiamo riassumere in questi punti :

  • Leva : rispetto ai tradizionali contatti la leva finanziaria è più alta e può arrivare a margini più bassi. Un requisito di margine più basso significa che l’investitore paga di meno e dunque può fare più profitto

  • Completezza dei broker: spesso gli stessi mediatori che utilizziamo forniscono anche questi contratti

  • Varietà : moltissime sono i beni su cui negoziare con i contratti per differenza, a partire da indici, valute e azioni

Alcuni svantaggi sono dovuti a delle potenziali insidie che tutte le attività finanziarie possono presentare. In generale il fatto di applicare una leva elevata amplifica la possibilità di perdere capitali anche con piccole operazioni, il mercato CFDs può infatti tagliare i profitti dei piccoli investitori con degli spread più grandi. Molte compagnie non sono inoltre regolamentate, dunque bisogna fare affidamento sulla reputazione del broker che più si adatta alle vostre esigenze

I broker per negoziare CFDs online

Il miglior broker per operare con i CFDs in Italia è sicuramente Plus500 che ha una piattaforma davvero eccellente con degli spread bassi oltre ad offrire un bonus di benvenuto di 25 euro. E’ un servizio di trading esclusivo tramite CFD, dunque il capitale potrebbe essere a rischio.

E’ completo, infatti oltre ad offrire i contratti per differenza dispone di tantissimi altri beni su cui fare trading.

Altre piattaforme che vi segnalo le trovate in questo elenco:

I migliori broker per CFDs

Bonus
Deposito minimo
Note e promozioni
Plus 500
servizio di trading CFD
eToro Forex
800 Euro
social trading e azioni
Markets
sito affidabile, guide in PDF