HomeMercatiANSA: le Vendite allo scoperto e l’Asta di volatilità responsabili della crisi...

ANSA: le Vendite allo scoperto e l’Asta di volatilità responsabili della crisi in Borsa

vendite-allo-scoperto

In questi ultimi giorni, la Borsa sta vivendo notevoli tensioni, in particolare, per via dei titoli delle banche e, inoltre, la Banca Monte dei Paschi di Siena pare voglia iniziare a compiere delle “vendite allo scoperto“, che per gli anglosassoni sono lo “short selling”.

Che significa vendita alla scoperto ?

Con questo termine, si è soliti indicare una particolare strategia di mercato finanziario in cui, chi la compie, scommette contro l’andamento di un titolo, cioè sul suo ribasso nei giorni a venire. In poche parole si viene a creare una situazione per cui un soggetto A vende alla controparte B dei titoli, che possono anche essere dei beni, o delle valute, a un determinato prezzo. Però, nel momento in cui firma il contratto, non è in possesso di quei titoli. In questo modo A, che sarebbe lo speculatore ribassista, scommette che, alla data in cui si è impegnato di riconsegnare i titoli pattuiti a B, sarà in grado di acquistarli sul mercato ad un prezzo più basso rispetto a quello che era stato registrato nel momento in cui il contratto era stato concluso. In questo modo sarà possibile garantirsi un guadagno, che è scaturito dalla differenza tra il prezzo di vendita stabilito con B alla stesura del contratto e il prezzo d’acquisto alla data di consegna delle azioni. Tuttavia, qualora le sue previsioni non si rivelassero corrette, ed il prezzo dell’azione sarà salito, anziché sceso, subirà una perdita.

Questa specifica manovra è stata vista dalla Consob, Autorità italiana che vigilia sui mercati finanziari, come la maggiore responsabile della crisi del 2008, che ha portato il mercato ad essere soggetto ad andamenti frenetici ed irregolari. Secondo quanto stabilito dal Regolamento Europeo, la Consob dovrebbe vietare le vendite allo scoperto, nel momento in cui in Borsa si verificano delle variazioni troppo elevata del titolo in questione. Infatti, nel caso che ha riguardato la Banca Monte dei Paschi di Siena, è stato disposto lo stop alle vendite allo scoperto con disponibilità dei titoli, visto che quelle nude erano già vietate.

Quando vengono sospesi i titoli azionari ?

E’ possibile che, durante una giornata di contrattazioni a Piazza Affari, un titolo venga sospeso per eccesso di volatilità, che sia in rialzo o in ribasso. Con volatilità si intende l’incertezza sui futuri movimenti del prezzo di un bene o di una attività finanziaria. Durante una normale fase di contrattazione, in cui i titoli vengono scambiati determinando l’apertura e la chiusura nel mercato, può capitare la sospensione delle negoziazioni, che bloccherà, anche in maniera non programmata, il flusso di scambi di un titolo. Ciò, solitamente avviene, quando stanno passando di mano un numero di titoli, a livelli tali da generare una variazione eccessiva dei prezzi. Quando la società, che gestisce gli scambi, percepisce qualcosa di anomalo nel numero di azioni che passa di mano o nel loro pezzo, oppure si attende una comunicazione ufficiale da parte della società emittente a seguito di indiscrezioni e notizie che potrebbero generare impatti sul titolo, o ancora se ci sono momentanei malfunzionamenti tecnici, in tutti questi casi è possibile che scatti lo stop alle contrattazioni.

Salva

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliati

Da leggere

Professione Forex: come iniziare ad operare sul mercato delle valute

0
Professione Forex, un obiettivo che si pongono coloro che hanno già iniziato a interessarsi all’investimento nel mercato valutario e stanno pensando di trasformarlo in...