Cryptomonete: Ethereum, quotazioni e previsioni

Il periodo non è dei migliori per il comparto delle cryptomonete, travolte da una ondata di ribassi nella prima parte del 2018. Oltre al più famoso Bitcoin, tra le valute digitali con la più alta capitalizzazione, troviamo l’Ethereum. Quotazioni fortemente in ribasso anche in questo caso, passate dai 1300 dollari dello scorso gennaio ai circa 500 dollari di oggi. Malgrado il rosso, le previsioni degli analisti sulla valuta ETH non sono però affatto negative.

Ethereum vantaggi

Considerata da molti la principale antagonista del Bitcoin, oltre ad essere la seconda cryptovaluta per capitalizzazione, l’Ethereum viene scambiato al momento intorno ai 500 dollari.

A inizio maggio era quotato a 825 dollari mentre lo scorso gennaio ad oltre 1300 dollari. Una perdita di valore notevole in questa prima parte del 2018 ma il sentiment degli esperti non è affatto negativo.

Il motivo è da ricercarsi nel fatto che Ethereum è completamente diverso dalla struttura del Bitcoin, in quanto permette di creare i cosiddetti smart contracts (contratti intelligenti), definibili come denaro digitale programmabile.

Nel dettaglio, a differenza della maggior parte delle valute virtuali il cui obiettivo è svolgere transazioni, Ethereum dispone di questa sua peculiarità che lo fa divenire particolarmente appetibile nel lungo periodo.

Gli analisti ritengono che possa diventare lo standard per gli smart contracts, avendo dalla sua parte anche una estrema velocità di transazioni al secondo, di molto superiore al bitcoin.

La possibilità di gestire accordi tra gli users, di rappresentare una base per ulteriori contratti e la capacità di memorizzare informazioni, rendono al momento ETH tra le valute digitali da tenere maggiormente d’occhio secondo gli analisti, malgrado i recenti forti ribassi.

Ethereum prezzi

La struttura propria dell’Ethereum, differente delle altre valute digitali, rappresenta un enorme vantaggio. Gli analisti ritengono che una volta passata la fase di interesse su scala globale per tutto il settore, l’ETH sarà uno dei pochi a sopravvivere, per le caratteristiche in precedenza citate, già oggi considerato un buon asset nel lungo termine.

Al momento tutte le criptovalute stanno attraversando una fase di forti ribassi, con la capitalizzazione di mercato scesa ulteriormente a 275 miliardi di dollari, anche a seguito dell’ennesima critica arrivata nelle ultime ore dalla Banca dei Regolamenti Internazionali. L’ente regolatore ha dichiarato che le valute digitali “non sono scalabili”.

Al momento sui mercati l’Ethereum viene scambiato in rialzo a 515 dollari ed il Bitcoin in progresso a quota 6.683 dollari.

Nessun commento.

Partecipa con un commento