HomeForexEUR/USDDollaro previsioni: possibile trend rialzista in atto

Dollaro previsioni: possibile trend rialzista in atto


Il dollaro in questa prima parte del 2018 ha intrapreso un trend al ribasso che dal picco di 1,24 di febbraio lo ha fatto scivolare agli odierni 1,16. Le previsioni degli analisti sono contrastanti ma nell’ultimo periodo prende quota una possibile tendenza rialzista dopo la fase laterale degli scorsi due mesi.

Dollaro e mercato valutario: prospettive

Un dollaro forte non è vantaggioso per gli Stati Uniti, soprattutto adesso che l’Europa e la Cina mantengono bassi i tassi d’interesse. È questo il pensiero espresso più volte dal presidente americano Donald Trump, il quale non è stato tenero nei confronti dell’operato della Federal Reserve, criticandone la politica monetaria.

Malgrado questi elementi che spingerebbero il biglietto verde verso una fase di debolezza, diversi analisti ritengono che nonostante un nuovo trend al ribasso sia possibile, altrettanto da non sottovalutare sono una serie di fattori che potrebbero spingere il dollaro in alto.

Uno dei principali motivi di un apprezzamento del biglietto USA risiede proprio nell’economia del paese a stelle e strisce, atteso da una crescita solida anche nei prossimi mesi grazie alle politiche fiscali introdotte dalla sua amministrazione. Per contro, l’economia cinese è da tempo che sta evidenziando preoccupanti segni di rallentamento mentre l’Europa attraversa una fase transitoria dopo i ribassi marcati del passato.

In un simile contesto, il dollaro ne uscirebbe rafforzato.

Altro importante elemento da prendere in considerazione riguarda l’operato della Fed, diretto ad accrescere il differenziale tra i tassi d’interesse americani e delle altre economie globali, spingendo verso un ulteriore consolidamento del biglietto verde.

Infine i dazi commerciali tra gli USA e gli altri paesi. In uno scenario di forti tensioni, gli analisti prevedono che gli investitori, nel tutelarsi, punteranno sulle attività americane rispetto a quelle del resto del mondo, con il dollaro riaffermarsi come valuta preferita (insieme allo yen, moneta di rifugio per eccellenza nelle fasi di turbolenza finanziaria).

Forex quotazioni

La coppia EUR/USD è stata registrata in ribasso alla fine della sessione americana, in flessione dello 0,08% a 1,1696 dopo essersi spinta fino a un massimo di 1,1746.

Nel mercato forex si registra nel frattempo un calo dell’Euro dello 0,03% rispetto alla Sterlina Inglese a 0,8911.

Da segnalare la coppia EUR/JPY in rialzo dello 0,63% a quota 130,81. Lo yen è in calo anche contro il dollaro, a seguito della riunione della banca del Giappone che ha deciso di non modificare la sua politica monetaria, con il chiaro intento di preservarne la competitività valutaria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliati

Da leggere

Professione Forex: come iniziare ad operare sul mercato delle valute

0
Professione Forex, un obiettivo che si pongono coloro che hanno già iniziato a interessarsi all’investimento nel mercato valutario e stanno pensando di trasformarlo in...