Dollaro: è tempo di ribassi,Sterlina da comprare

Il rally del dollaro dovrebbe essere ormai giunto al capolinea. Al contrario, malgrado la recente debolezza, sarebbe proprio questo il momento giusto per comprare sterline, anche se molto dipenderà da come andrà ad evolversi la Brexit. Ecco quali sono le stime degli analisti sulle quotazioni delle due valute nel breve e medio periodo.

Dollaro stime ribassiste

Le tensioni geopolitiche in Medio Oriente, la questione siriana e gli ultimi eventi sul nucleare iraniano hanno contribuito a far salire l’indice del dollaro americano contro il paniere delle principali valute.Gli analisti sembrano però concordi nel ritenere che il rally del biglietto verde non avrà lunga durata.

Troppo eccessivo il recente apprezzamento della moneta americana e dunque il cambio entro massimo la fine dell’estate registrerà probabilmente una importante inversione di tendenza.
Le ultime stime sul dollaro sono infatti orientate verso un forte ribasso nei confronti di tutte le principali valute, in primis contro l’euro. Nella visione degli esperti, uno dei motivi che ha spinto in alto le quotazioni della moneta a stelle e strisce è da ricercarsi anche nell’intensificarsi di posizioni speculative degli investitori.

Il delicato contesto politico americano e le tensioni geopolitiche faranno il resto, aumentando i rischi di debolezza per il dollaro nel corso dei prossimi mesi, malgrado il possibile consolidamento dell’economia statunitense.

Al momento il cambio euro dollaro viene scambiato in flessione dello 0,02 per cento a quota 1.1835.

Sterlina, posizioni long

È tempo di comprare sterline malgrado il rally delle ultime sedute del dollaro, spinto in alto a seguito dell’acuirsi delle tensioni geopolitiche in Medio Oriente.Una parte dei più autorevoli strategist ritengono che al momento diventa particolarmente rischioso comprare dollari, soprattutto alla luce dei recenti rialzi, peraltro considerati eccessivi.

Viceversa prevale l’ottimismo sulla sterlina che nonostante l’attuale debolezza sui mercati, viene quotata in una fase propizia per aprire posizioni lunghe.Gli esperti si attendono buone notizie sulla ripresa dell’economia britannica e sul fronte Brexit che dovrebbero contribuire ad apprezzare il pound nel corso dei prossimi mesi.

Scenari possibili ma non certi, in quanto tutto dipenderà da come andrà ad evolversi la delicata fase di uscita della Gran Bretagna dall’Ue.

Al momento sui mercati forex il cambio GBP/USD sta registrando una flessione dello 0,07 per cento a 1.34990 mentre il cross EUR/GBP è in progresso dello 0.04 per cento a 0.87677.

Nessun commento.

Partecipa con un commento