EUR / USD si consolida in area 1.13, mentre Brexit non trova soluzione

Il tono cauto prevale sulla valuta europea durante la prima metà della settimana, prendendo EUR / USD nella regione 1.1300. in un contesto di consolidamento generalizzato nei mercati globali.

La coppia sta cercando di aggiungere ai guadagni di lunedì in zona 1.1300, anche se un nuovo catalizzatore rimane assente in seguito al recente calo nella regione 1.1270 in risposta ai dati scarsi sulle PMI nel cuore di Eurolandia.

Inoltre, il sentimento migliorato attorno al biglietto verde nell’ultimo paio di sessioni ha messo a tacere qualsiasi seria corsa in pista. Costringendolo a girare intorno a 1.1300 per il momento.

Inoltre, si prevede che gli sviluppi della Brexit determineranno il sentimento nelle ampie tendenze relative alla propensione al rischio. A questo proposito, i parlamentari del Regno Unito assumeranno ora il controllo del processo Brexit, mentre il sostegno parlamentare per un terzo voto significativo appare insufficiente.

Nello spazio dati, il clima del consumatore seguito da GfK deflazionato a 10,4 per il mese di aprile. Le pubblicazioni in tutto il mondo includono l’indice S & P / Case-Shiller, Avviamento immobiliare, Permessi di costruzione e Fiducia dei consumatori di marzo.

I partecipanti al mercato si sono lasciati alle spalle la posizione accomodante recente e rinnovata della BCE. Concentrandosi invece sugli ampi trend di propensione al rischio, dinamiche dell’USD e dati nazionali.

Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, e guardando al quadro più ampio, la vista di un rallentamento del blocco è stata “confermata” la scorsa settimana a seguito del deludente PMI avanzato nel nucleo di Eurolandia. Questo, a sua volta, dovrebbe aggiungere all’idea di un ‘paziente per un lungo periodo’ dalla BCE. Sul fronte politico, si prevede che emergano venti contrari alla luce delle imminenti elezioni parlamentari dell’UE. In cui l’attenzione si concentrerà sul potenziale aumento dell’opzione populista tra gli elettori.

Piattaforme per fare trading su Euro Dollaro

BROKERCARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
plus500Servizio CFDDemoISCRIVITI >>
marketsServizio CFD.
Rischi CFD. Il 73% dei trader perde denaro.
Trading BlendsISCRIVITI >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsISCRIVITI >>
Xm.com25€ Bonus senza depositoConti Zero spread!ISCRIVITI >>
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiISCRIVITI >>

Livelli EUR / USD da guardare

Al momento, la coppia perde lo 0,02% a 1,1309 e affronta il supporto iniziale a 1,1273 (minimo Mar.22) distaccato da 1.1234 (minimo Feb.15) e infine a 1.1215 (2018 basso Nov.12).

Al rialzo, una rottura superiore a 1.1357 (55 giorni SMA) avrebbe come target 1.1363 (100 giorni SMA) in rotta verso 1.1448 (massimo Mar.20).

EUR / USD, per Goldman Sachs moneta unica europea in apnea per questi 3 fattori

Gli analisti di Goldman Sachs sostengono che i rischi restano al ribasso per la coppia EUR / USD, citando tre motivi per cui l’EUR ha invertito i suoi guadagni post-FOMC.

“L’incertezza legata alla Brexit è tornata a crescere e pesa sull’Euro in una certa misura. Anche se la volatilità del mercato può ridurre il sentimento di rischio nel breve periodo, le operazioni di carry-driven finanziate dall’EUR restano interessanti per molti investitori.

Le PMI flash più veloci hanno calpestato i “germogli” di crescita che avevano iniziato a mostrare alcuni dei dati del primo trimestre. Che cosa potrebbe richiedere per EUR / USD per rompere al di sopra della sua gamma di trading recente? Un ri-rating nelle prospettive di crescita dell’area dell’euro sembra che sia ancora ritardato”.

EUR / USD: quotazione in tempo reale

Karen Jones, analista di Commerzbank, suggerisce che la coppia EUR / USD è entrata in modalità consolidamento dopo che è stata stabilizzata ieri. In seguito al rifiuto della scorsa settimana dal 200 giorno ma a 1.1475.

“Sospettiamo che stia cercando di basare ma ha bisogno fare più lavoro. Una volta al di sopra dei 200 giorni MA questo punterà al massimo di 1,1570 di gennaio insieme al 55 settimana ma a 1,1610.

Consideriamo 1.1176 come un minimo provvisorio in atto. Il supporto iniziale si trova a 1,1216 novembre in basso rispetto a 1,1776 in basso.” “Sotto 1.1185 / 75 (ritracciamento 61,8%) si trova il 1,11110, il minimo di maggio 2017 e il ritracciamento di 1,0814 / 78,6%.”

EUR / USD, le previsioni di CIBC per il secondo e il quarto trimestre

Gli analisti di CIBC prevedono EUR / USD a 1,15 per il secondo trimestre 2019 e a 1,18 nel quarto trimestre. Hanno ritardato il primo rialzo dei tassi della BCE e visto moderate dinamiche dell’euro positive nel breve termine.

“L’incontro della BCE di marzo non è stato del tutto rivoluzionario. Tuttavia, la combinazione di misure, tra cui un’estensione dell’orientamento tariffario basato sul calendario, liquidità bancaria aggiuntiva e un downgrade aggressivo nelle prospettive di crescita a breve termine, ci hanno spinto a respingere i tempi del primo passaggio al primo trimestre del 2020. La combinazione riduce efficacemente le dinamiche EUR a breve termine.”

“Mentre la BCE ha marcato in modo aggressivo la stima del PIL del 2019 – in gran parte dovuta a fattori esterni – il downgrade per la stima del prossimo anno era di un modesto 0,1%. Pertanto, la crescita è destinata a rimanere al di sopra del trend. Sottolineando che l’output gap continuerà a chiudersi, e stiamo mantenendo la nostra preferenza per un inasprimento della politica monetaria prima delle aspettative di consenso.”

“Mentre l’Europa rimane influenzata dalle preoccupazioni del commercio estero, ipotizzando un allentamento nelle tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti in H2 e una conseguente svolta nei dati esterni, cerchiamo un profilo EUR a medio termine più forte. L’introduzione di nuove TLTRO aiuta ad alleviare una possibile caduta dei costi di finanziamento per le banche dell’Eurozona, mentre un maggiore stimolo fiscale sosterrà anche l’euro. Si noti che evitare una compressione di liquidità è incoraggiante e non deve essere confuso con un ulteriore QE. Evitare un picco dei costi di finanziamento, o un paring necessario nei bilanci bancari, dovrebbe dimostrarsi costruttivo per l’euro nel medio periodo”.

EUR /USD: Ue si prepara a una Brexit no-deal, mentre Gb si prepara a defenestrare May

Lunedì, l’Unione Europea ha annunciato di aver completato i preparativi per una Brexit “senza accordo”.

“Poiché è sempre più probabile che il Regno Unito lascerà l’Unione europea senza un accordo il 12 aprile, la Commissione europea ha completato oggi la preparazione per un “no-deal””, ha dichiarato la Commissione europea in una dichiarazione.

In Inghilterra, nel frattempo, i membri del gabinetto avrebbero pianificato di cacciare il primo ministro Theresa May. E, il lunedì della settimana scorsa della Gran Bretagna per raggiungere un accordo, non c’era chiarezza sul fatto che ci sarebbe stato anche un terzo voto sull’accordo di ritiro.

Nessun commento.

Partecipa con un commento