HomeMercatiBank of America Corp (BAC)Goldman Sachs e Bank of America: risultati trimestrali

Goldman Sachs e Bank of America: risultati trimestrali


Trimestrali con luci e ombre per Goldman Sachs, con utili in crescita e ricavi in flessione. Meglio Bank of America che manda in archivio uno dei trimestri più solidi della sua storia.

Goldman Sachs trimestrale

Goldman Sachs ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con ricavi in calo a 7,89 miliardi di dollari a fronte dei 7,93 miliardi registrati nell’analogo periodo dello scorso esercizio. Un dato superiore alle stime degli analisti ferme a 7,52 miliardi.

Migliora invece l’utile netto della banca americana a quota 1,83 miliardi di dollari rispetto a 1,82 miliardi del corrispondente trimestre del 2016. Sale anche l’utile per azione a 3,95 dollari dai precedenti 3,72 dollari. Anche in tal caso battute le previsioni del mercato ferme a 3,39 dollari.
Nel dettaglio, molto bene la divisione “Investing e Lending” mentre in forte calo (-40 per cento) gli introiti derivanti dal segmento a reddito fisso, il valore più basso fra i maggiori istituti di credito americani. Molto male il comparto delle commodities, al minimo storico per la banca.

Positivi invece i risultati sulla redditività del capitale netto a quota 8,7 per cento.

Il titolo ha chiuso l’ultima seduta a New York in ribasso del 2,5 per cento a 223,31 dollari.

Bank of America conti trimestrali

Bank of America ha archiviato il secondo trimestre dell’anno con utili in crescita dell’11 per cento a quota 5,27 miliardi di dollari a fronte dei 4,78 miliardi dell’analogo periodo dello scorso esercizio.

I ricavi sono aumentati del 7 per cento a 23,07 miliardi di dollari. In rialzo del 9 per cento anche il margine di interesse.

I ricavi derivanti dalla divisione “global wealth e investment management” sono risultati pari a 4,7 miliardi di dollari. In calo del 9 per cento le entrate da trading a 3,2 miliardi di dollari e in contrazione dell’8 per cento i ricavi della divisione “Global Markets”.

L’utile netto per azione della banca americana è salito a 46 centesimi di dollari rispetto ai 41 centesimi dello scorso esercizio. Un dato superiore anche alle previsioni degli analisti ferme a 43 centesimi.

Brian Moynihan, Ceo di Bank of America, ha messo in risalto che il secondo trimestre è stato uno dei migliori in assoluto nella storia della banca, evidenziando il raggiungimento del target prefissato per il tasso di efficienza (60 per cento).

Bank of America ha chiuso l’ultima seduta a Wall Street in calo dello 0,49 per cento a 23,9 dollari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliati

Da leggere

Professione Forex: come iniziare ad operare sul mercato delle valute

0
Professione Forex, un obiettivo che si pongono coloro che hanno già iniziato a interessarsi all’investimento nel mercato valutario e stanno pensando di trasformarlo in...