Apple potrebbe aumentare il suo riacquisto di azioni e i dividendi

tim-cook-apple

Apple potrebbe aumentare drasticamente il suo programma di riacquisto di azioni, che attualmente è a 40 miliardi di dollari, per arrivare a 50 miliardi di dollari.

La Apple potrebbe anche, con molta tranquillità, aumentare i suoi dividendi dall’attuale 10% al 15%.

L’azienda potrebbe “impegnarsi implicitamente” per restituire tutto il suo cash flow annuale direttamente agli azionisti, dato che ha 200 miliardi di $ in cash. Ci si aspetta anche che Apple  aggiorni il suo programma di allocazione del capitale, quando annuncerà i risultati fiscali del secondo trimestre il 19 aprile. Apple ha poi ribadito con il suo rating  sulle azioni di APPL, che il suo prezzo obiettivo è di 130 dollari per azione, che è il 22-23% rispetto al prezzo di chiusura di giovedì scorso a 105 dollari per azione.

Sono ormai passati 4 anni dalla morte di Steve Jobs, e dalla scomparsa del genio che creò il futuro con il Mac, iPhone e iPad, la Apple sembra che continui ogni anno a proporre sempre più dispositivi diversi tra di loro.

Adesso quindi, un utente Apple ha molte più possibilità di scelta in listino rispetto a quelle che poteva avere, ad esempio, 5 anni fa. Ad esempio, per gli iPhone, sono disponibili per 3 diversi tipi diversi di iPhone: iPhone 6S, iPhone 6S Plus e iPhone SE. Ancora più differente la questione per gli iPad, che attualmente sono di quattro diverse tipologie.

La più grande sfida di Apple è il suo futuro, e incrementare i dividendi e il programma di riacquisto delle azioni, è per molti analisti una pessima idea.

Apple, dovrebbe invece aumentare i suoi processi di acquisizione e di fusione, e ovviamente concentrarsi sulla crescita dell’azienda. Continuare ad acquistare le proprie azioni è la solita cosa che Cupertino sta facendo da anni ormai, e non ha mai avuto un grande effetto sull’andamento delle azioni.

Secondo l’analista Sean Udall, se Apple avesse anche soltanto investito 40-50 miliardi in acquisizioni e fusioni, l’azienda avrebbe raggiunto un incremento nei profitti del 7-10%. Secondo Udall, Apple dovrebbe procedere con 1-2 piccole acquisizioni per trimestre.

“Se i programmi di riacquisto avessero avuto successo, adesso Apple si troverebbe ad essere scambiata ad una valutazione “premium”, rispetto ai valori attuali, che sono ovviamente dei livelli di svalutazione molto importanti.

È quindi un momento buono per acquistare azioni Apple? Sì, in quanto il 2016 potrebbe essere l’anno della svolta per i titoli azionari di AAPL.

Il miglior modo per fare trading con le azioni Apple è quello di registrarsi al broker regolato CONSOB: Plus500 (25 euro gratuiti se vi registrate cliccando su questo link).

Nessun commento.

Partecipa con un commento