Luxottica: utile, dividendo e fusione con Essilor


Crescita a doppia cifra per l’utile netto rettificato di Luxottica nel 2017. In progresso i ricavi e in miglioramento l’indebitamento netto. Aumento del dividendo a quota 1,01 euro. Per il 2018 atteso un incremento del fatturato del 2-4 per cento. Il progetto di fusione con Essilor avverrà nella prima parte dell’anno.

Luxottica risultati bilancio 2017

L’utile netto rettificato di Luxottica nel 2017 è risultato in progresso del 12,2 per cento a cambi costanti a 970 milioni di euro. Il fatturato consolidato è cresciuto del 2,2 per cento a 9,157 miliardi di euro. Il risultato operativo rettificato è aumentato del 2,7 per cento a quota 1,442 miliardi di euro rispetto al 2016. I costi non ricorrenti sono stati pari a 142 milioni.

In risalto la generazione di cassa, salita al livello record di 1,028 miliardi di euro. In forte calo l’indebitamento netto, a fine dicembre 2017, del 37,1 per cento a 740 milioni di euro rispetto all’analogo periodo del 2016.

Positivi i commenti del presidente esecutivo di Luxottica, Leonardo Del Vecchio, sui conti dell’esercizio 2017, evidenziando una marginalità netta al di sopra della soglia del 10 per cento.

Dividendo e fusione con Essilor

Sulla base dei risultati di bilancio il consiglio di amministrazione della società italiana proporrà all’assemblea dei soci la distribuzione di un dividendo di 1,01 euro per azione, in rialzo del 10 per cento rispetto a quanto pagato lo scorso anno. Per il 2018, i vertici di Luxottica stimano di realizzare un fatturato in ulteriore crescita del 2-4 per cento a cambi costanti e un rapporto debito netto/ebitda rettificato di 0,3-0,4 volte. Le previsioni per l’anno in corso sono state confermate dallo stesso patron. Proseguiranno anche nel 2018 una serie di importanti investimenti per consolidare la posizione del gruppo in tutti i mercati.

Luxottica a Piazza Affari ha toccato i 50,35 euro per poi ritracciare a seguito delle dichiarazioni giunte sul progetto di integrazione con Essilor: verrà finalizzato nella prima parte del 2018. Secondo quanto reso noto dallo stesso gruppo francese, si è in attesa di tutte le necessarie autorizzazioni per portare a termine l’operazione.

Essilor ha annunciato a sua volta i conti annuali, con risultati al di sopra delle attese per quanto concerne i ricavi ma deludendo il mercato per un margine operativo inferiore alle stime.

Al momento il titolo Luxottica registra un progresso dello 0,182 per cento a quota 49,45 euro.

Nessun commento.

Partecipa con un commento