HomeMaterie primeOro, quotazioni in calo, ecco le ultime previsioni

Oro, quotazioni in calo, ecco le ultime previsioni

Prezzi dell’oro in calo sui mercati al di sotto dei 1200 dollari l’oncia. Il metallo prezioso prosegue nella sua fase di debolezza che dura ormai da diversi mesi. Le previsioni degli analisti per la seconda parte del 2018.

Oro prezzi

Prosegue la flessione dei prezzi dell’oro. Nelle ultime sedute è sceso sotto la soglia dei 1200 dollari l’oncia. Agosto si è chiuso con un ulteriore calo su base mensile che conferma il trend ribassista di questo 2018.

A giugno la materia prima veniva scambiata a 1300 dollari, ad inizio anno oltre i 1400 dollari. Da allora i ribassi sono stati costanti fino a giungere ai 1200 dollari l’oncia di questo inizio di settembre.Quotazioni soltanto di qualche mese fa ma che sembrano ormai molto distanti dai valori attuali, a seguito delle vicende politiche ed economiche che in questa fase hanno influenzato negativamente i prezzi della materia prima.

Eppure solitamente in periodi di maggiore instabilità a beneficiare è sempre stato il bene rifugio per eccellenza, ed inizialmente è andata proprio così.

Le tensioni tra USA e Corea del Nord hanno spinto i prezzi ai massimi dell’anno, per poi però ritracciare a seguito dei toni più distensivi tra i leader dei due paesi, Donald Trump e Kim Yong-un.

Ad influenzare in modo negativo le quotazioni dell’oro, anche gli interventi sui tassi d’interesse da parte della Fed e l’annunciata fine del Quantitative Easing (QE) della Bce.

Gli investitori hanno deciso di mettere da parte il metallo prezioso e puntare su altre forme alternative di impiego dei propri capitali.

Oro previsioni

Malgrado queste premesse, le previsioni attuali sul prezzo dell’oro sono al rialzo. Diversi gli analisti ritenere che per fine anno potrebbero essere rivisti i valori di inizio 2018.

Tra questi troviamo gli esperti di BoFa che stimano un ritorno dei prezzi intorno ai 1400 dollari. Previsioni al rialzo anche per Citibank, con gli ultimi report che prevedono un aumento di circa il 10 per cento delle quotazioni attuali per la fine dell’anno.Alla base della ripresa dei prezzi del metallo giallo contribuirà l’inasprimento delle tensioni commerciali tra gli Usa e la Cina. Già pronti altri dazi per 200 miliardi di dollari e nuovi “scontri” all’orizzonte si profilano tra Donald Trump e il governo di Pechino.

Al momento l’oro viene scambiato sui mercati in flessione dello 0,27 per cento a quota 1193,34 dollari l’oncia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliati

Da leggere

Professione Forex: come iniziare ad operare sul mercato delle valute

0
Professione Forex, un obiettivo che si pongono coloro che hanno già iniziato a interessarsi all’investimento nel mercato valutario e stanno pensando di trasformarlo in...