HomeMercatiInvestire in Lenovo? Perché no?

Investire in Lenovo? Perché no?

lenovo

Lenovo sta facendo tutto bene, dagli ultrabook fino ai computer “componibili”, fino agli smartphone Android, andando ad offuscare il suo principale rivale, la Hewlett-Packard, che ha collezionato solo insuccessi negli ultimi anni.

Negli ultimi anni, Lenovo si è conquistata una grossa fetta di mercato, con un approccio prettamente aggressivo. L’azienda con sede a Taipei, sta molto bene finanziariamente e ha ambizioni ben più grandi rispetto ai suoi concorrenti, e i suoi sforzi sono principalmente volti a comprare direttamente brand già esistenti, per espandere la fetta di mercato che detiene.

Tutto ciò ha permesso a Lenovo di crescere, mentre i competitor sono pian piano sparsi, e nel mondo della tecnologia è adesso uno dei pochi nomi che spicca veramente e gode dell’ammirazione di tutti.

Wikipedia dice di Lenovo:

Lenovo Group Limited, fondata come Legend Group Ltd e New Technology Developer Incorporated è il più grande produttore di personal computer nella Repubblica Popolare Cinese, nel 2004 il terzo del mondo.

Adesso Lenovo è anche la terza più grande azienda produttrice di smartphone, dopo aver acquisito Motorola Mobility.

Guardate il grafico delle azioni di Lenovo:

grafico-azioni-lenovo

Lenovo ha molti più clienti negli Stati Uniti che qui in Italia, e non mancano i clienti anche nell’America Latina, che cresce sempre più velocemente. Più dell’80% delle vendite di Lenovo arrivano nella Cina, ma per quanto riguarda le vendite degli smartphone ancora non ci siamo, Lenovo non è incisiva, anche se dopo l’acquisizione di un settore dedicato alla telefonia di Motorola, qualcosa potrebbe cambiare.

In effetti, gli smartphone della Lenovo con Android preinstallato, sono molto interessanti. Motorola inoltre, ha un sacco di brevetti, che potrebbero aiutare Lenovo a vendere smartphone anche al di fuori della Cina.

Tuttavia Lenovo, è sicuramente molto più famosa per i suoi computer che per gli smartphone, in quanto in quest’ultimo settore la rivalità è più forte che mai.

Soltanto 10 anni fa, Lenovo acquistò la divisione PC della IBM, mica noccioline. Chi se la ricorda la pubblicità del primo Macintosh? Dove attraverso un distopico spot, spettacolare, diretto da Ridley Scott, l’eroina anonima liberava simbolicamente il conformismo e la sovranità nel mondo dei computer (IBM) con l’uscita del primo Macintosh. Nel 1984 appunto, un ovvio omaggio al romanzo 1984 di Orwell.

Adesso, ironia della sorta, il conformismo è diventato Apple, che ormai è (a caro prezzo) da tutte le parti (e sinceramente non se ne può più) e la Lenovo, quella IBM, che un tempo dominava, adesso la possiede. Lo avreste mai immaginato?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliati

Da leggere

Professione Forex: come iniziare ad operare sul mercato delle valute

0
Professione Forex, un obiettivo che si pongono coloro che hanno già iniziato a interessarsi all’investimento nel mercato valutario e stanno pensando di trasformarlo in...